Vivere senza respirare è possibile?

-
27/09/2021

Fino a qualche anno fa, una notizia come quella di cui stiamo per parlarvi, sarebbe apparsa più come uscita da un film di fantascienza che la realtà. Invece, ciò che sono arrivati a raggiungere i ricercatori del Boston Children’s Hospital (nehli Stati Uniti), ha dello stupefacente! Cosa sono riusciti a fare? In pratica, questi ricercatori sono riusciti ad individuare e sviluppare una particolare micro particella in grado di farci respirare, anche se il nostro organismo non è più in grado di farlo da solo.

la-respirazione

Funziona così: le micro particelle in questione, vengono direttamente iniettate nel nostro flusso sanguigno, aiutandolo ad ossigenarsi da solo, anche se si è persa questa funzionalità. Queste micro particelle sono composte da molecole di grassi di dimensioni minuscole che, immerse in una opportuna soluzione liquida, sono in grado di apportare una quantità di ossigeno che risulta superiore al normale trasporto dei globuli rossi, di ben 3-4 volte! Uno dei ricercatori, John Kheir, spiega: “Un problema del trasporto delle cellule è che non si può iniettarlo direttamente nel corpo in quanto le bolle causerebbero embolismo. Abbiamo ovviato a questo problema tramite cellule lipidiche deformabili e facilmente assorbibili dal corpo. Questo liquido è facilmente trasportabile dai paramedici e potrebbe salvare milioni di vite in casi di insufficienza respiratoria grave o attacchi di cuore”. Ecco, basterebbe solo quest’ultima frase do John Kheir, per far comprendere meglio l’eccezionalità della scoperta, nonché la sua incredibile importanza per tutta l’umanità…  Ora si attende di conoscere con esattezza i tempi di effettiva produzione a livello industriale di questa miracolosa micro particella, in grado –ormai è assodato- di salvare moltissime vite umane in condizioni che, fino ad oggi, sembravano drammaticamente senza speranza.



disclaimer attenzione