Vino rosso: benefici per il cancro al seno?

-
04/10/2021

 

Secondo una ricerca condotta dai ricercatori del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, il vino rosso ridurrebbe il rischio di contrarre il cancro al seno.

rischio-cancro-seno

Che il vino, rigorosamente rosso, avesse un sacco di ottime proprietà, è un fatto noto da tempo, sempre ovviamente che non se ne faccia un consumo eccessivo, ma che riducesse anche il rischio di contrarre il cancro al seno è una vera novità, visto che si pensava esattamente il contrario.

Questa sua caratteristica è legata alla presenza di alcune sostanze che si comportano allo stesso modo degli inibitori dell’aromatasi, un farmaco usato per la cura del cancro al seno.

Infatti, queste molecole hanno la capacità di ridurre lievemente, ma quel tanto che basta, i livelli di estrogeni, innalzando lievemente il livello di testosterone.


Leggi anche: Tumore Al Seno: sintomi, prevenzione e cause

Sembra infatti che , questa azione combinata sia decisiva per ridurre il fattore di rischio specifico, cosa che non si è invece riscontrata nel vino bianco.

Eppure, in questo periodo, in particolare nel nostro Paese, si assiste ad un aumento del consumo di vino bianco a discapito di quello rosso, in particolar modo tra il gentil sesso.

Secondo gli autori della ricerca le donne dovrebbero fare più attenzione a quello che bevono,  e dare quindi le loro preferenze al vino rosso, un vero toccasana per la loro salute.

Ma si sa, le virtù del rosso sono anche altre, e non da poco, in quanto preserva dalle malattie cardiovascolari grazie all’elevato contenuto di tannino e di resveratrolo, sostanze che riducono i colesterolo LDL, a vantaggio del colesterolo HDL, lo spazzino delle arterie.

E non solo, si tratta di un antiossidante e un antinfiammatorio naturale, sempre che ovviamente se ne faccia un consumo moderato che, per gli uomini, dovrebbe essere di massimo un paio di bicchieri a pasto e per le donne la metà.



disclaimer attenzione