Vecchiaia: come combatterla con la vitamina C

-
09/04/2022

La vitamina C, una delle componenti nutritive essenziali per il nostro benessere, riesce ad agire sui segni del tempo perché stimola il processo di riparazione delle zone danneggiate.

la-vitamina-c-cura-e-protegge-contro-il-coronavirus-orange-juice-intro-1587655828

La sua principale caratteristica è quella di impedire l’azione dei radicali liberi, responsabili dell’ossidazione dei tessuti e quindi del loro invecchiamento.

Vitamina C: in quali cibi è contenuta

la-vitamina-c-cura-e-protegge-contro-il-coronavirus-orange-1995079-1280-s.-hermann-f.-richter-da-pixabay

La vitamina C e’ presente in grandi quantità negli agrumi, nei kiwi, nei peperoni, nei pomodori e nelle cime di rapa. E’ presente anche nelle fragole, nei cavoli e cavolfiori, nelle verdure a foglia verde. Essa tende ad ossidarsi velocemente a contatto con acqua, luce, aria e metalli e quindi a perdere le sue caratteristiche benefiche. I cibi che la contengono vanno consumati, possibilmente freschi o con una cottura breve e a temperature non elevate.


Leggi anche: Vitamina D: perchè è importante e come integrarla correttamente

La vitamina C, inoltre, aiuta il nostro organismo a difenderci dagli attacchi virali, aumentando le difese immunitarie e favorendo la produzione di anticorpi. Unico svantaggio della vitamina C è la sua estrema delicatezza ed instabilità. Infatti tende a degradarsi facilmente se entra a contatto con aria e luce solare.



disclaimer attenzione