Vaccinazioni: sempre meno se le fanno

-
15/09/2021

Negli ultimi tempi, si sta assistendo ad un lento ma progressivo abbassamento delle coperture vaccinali nella popolazione italiana. Questo ha fatto scattare un vero e proprio allarme tra gli operatori sanitari e gli igienisti, consapevoli dei rischi che un fenomeno del genere potrebbe portare.

vaccino virus

L’allarme arriva da Cagliari, dove si è svolto l’annuale Congresso della Siti, la Società Italiana di Igiene. Da Cagliari, parte quindi la denuncia degli specialisti: ”Sul piano della prevenzione sanitaria si assiste ad una sostanziale contrazione delle coperture vaccinali anche per l’influenza, nonostante le Autorita’ Sanitarie internazionali (WHO, ECDC) e italiane (Ministero della Salute,) e le societa’ scientifiche raccomandino di raggiungere livelli di coperture superiori ad almeno il 75% dei soggetti a rischio, con un valore ottimale del 95%”. Ma da cosa dipende il diffondersi di questo fenomeno e che possibili vie di risoluzione si possono percorrere? , ”la scarsa sensibilita’ verso la prevenzione vaccinale e’ dovuta ad un mix di fattori, tra cui la scarsa efficacia delle campagne informative istituzionali dirette sia ai soggetti che potrebbero beneficiare della vaccinazione, che ai singoli gruppi a rischio. Per aumentare il livello delle coperture, tuttavia, piuttosto che indirizzare l’offerta vaccinale alle singole categorie a rischio, una strategia vincente potrebbe fondarsi sull’abbassamento dell’eta’ vaccinale per tutta la popolazione”. La proposta concreta, rivolta alle autorità pubbliche, è quindi quella di abbassare l’età delle persone cui è destinato il vaccino gratuito anti-influenzale, cioè a 60 anni. Questa possibile soluzione, se messa in atto, ”permetterebbe di intercettare soggetti appartenenti a diverse categorie di rischio altrimenti difficilmente raggiungibili, prevenendone il contagio”.


Leggi anche: Leucociti bassi: cosa causa questa anormale riduzione dei globuli bianchi


Redazione
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica

disclaimer attenzione