Trigliceridi nel sangue, come abbassarli con la dieta

-
31/08/2021

Sono contenuti nel grasso animale ed anche nell’olio vegetale. Ci riferiamo ai trigliceridi, che sono croce e delizia per quel che riguarda l’alimentazione degli esseri umani. Questo perché la loro presenza in eccesso nel sangue può portare a disfunzioni e patologie di natura cardiovascolare anche molto gravi.

64868957-ad91-451c-afb3-dc6a70c48428

Nella dieta occorre in merito fare molta attenzione nell’assumere oltre il dovuto alimenti come i formaggi ed i salumi, che contengono grassi saturi tali da innalzare i livelli dei trigliceridi nel sangue, mentre è opposto, e quindi benigno, l’effetto che è generato dai pasti a base di pesce.

Salvo specifici casi, di norma nella dieta viene non a caso consigliato dai medici di mangiare il pesce almeno due volte la settimana. Chiaramente il pesce consumato deve essere non fritto e deve essere rigorosamente sostitutivo di affettati e formaggi.

Con questa buona abitudine a tavola gli studiosi hanno rilevato sia un calo anche fino al 60% dei livelli dei trigliceridi nel sangue, sia un abbassamento a lungo termine del rischio di infarto. Inoltre, l’aumento dei trigliceridi nel sangue non è solo legato all’eccessivo consumo di saluti e di formaggi.


Leggi anche: I trigliceridi: funzioni e alterazioni di valore

Pure l’alcool infatti porta ad un aumento dei trigliceridi nel sangue che però in brevissimo tempo possono poi dimezzarsi semplicemente astenendosi in maniera diligente dal consumare drink, amari, digestivi e birra in quantità eccessiva.

Per quel che riguarda le bevande alcoliche è risaputo che i medici ammettono a tavola solo un buon bicchiere di vino rosso e nulla più. Ed in ogni caso non deve mai mancare quella mezz’ora al giorno di costante attività fisica che stimola i muscoli a bruciare i grassi e quindi al consumo dei trigliceridi che tendono subito ad abbassarsi di livello nel sangue.



disclaimer attenzione