Diabete: il tatuaggio per monitorarlo

-
03/10/2021

 

Un’utile invenzione per chi soffre di diabete: i tatuaggi monitora glucosio A sentirla sembra quasi fantascienza ed i tatuaggi che monitorano il diabete sono al vaglio di alcuni studi del laboratorio Draper.

schermata-2017-06-13-alle-16-07-44-1200×796

Tutti sanno che chi soffre di diabete deve continuamente sottoporsi all’esame glicemico, per monitorare il glucosio presente nel sangue.

Bene, i dottori del Draper stanno studiando un tipo di tatuaggio semi permanente, realizzato con un inchiostro particolare fatto di nanoparticelle sensibili al glucosio, per tenere sotto controllo la propria salute senza ricorrere a strumentazioni ad hoc.

Che questi tatuaggi potrebbero presto divenire un utile strumento per il diabete?

Certo lo scenario sembra tutt’altro che reale, ma reali sono per davvero le nanoparticelle che possono monitorare i livelli di glucosio nel sangue. Pare che, quindi, con un’occhiatina al proprio tatuaggio ci si accorga, dal colore, se l’insulina è necessaria a breve. Allora, cosa ve ne pare di questa nuova invenzione medica?


Leggi anche: Glicemia: cos’è e quali sono i valori di riferimento



disclaimer attenzione