Sigaretta elettronica: cosa c’è da sapere

-
10/09/2021

Dopo il divieto di fumare nei locali pubblici, le abitudini degli italiani sono cambiate sensibilmente e i fumatori incalliti hanno dovuto –loro malgrado- adeguarsi alle nuove regole. Così, non deve sorprendere il boom delle sigarette elettroniche che attualmente sta esplodendo anche da noi in Italia.

Schermata 2021-09-09 alle 14.43.05

Questo piccolo dispositivo che mima la sigaretta, sta trovando sempre più consensi. Vuoi per il fatto che, a conti fatti, fa risparmiare non pochi soldi (che in questo tempo di crisi economica non fa mai male…), vuoi perché è facile da usare, vuoi perché nei luoghi pubblici è consentita, la sigaretta elettronica sta veramente diffondendosi, come una moda che –una volta tanto- potrebbe portare molti vantaggi a chi ne fa uso. E i dati parlano chiaro: negli ultimi mesi i negozi specializzati nella vendita delle sigarette elettroniche stanno moltiplicandosi rapidamente, con cifre da capogiro se si parla di introiti e nuovi posti di lavoro.


Leggi anche: Come smettere di fumare? Metodi e consigli facili ed efficaci

Fin qui nulla di male, anzi. Eppure, ai primi di dicembre 2012, è stato presentato in Parlamento un emendamento al Decreto Sviluppo che aveva lo scopo di equiparare –senza se e senza ma- la sigaretta elettronica alle normali ‘bionde’, anche se la prima emette solo vapore acqueo… Se questo emendamento dovesse passare e diventare attivo, di fatto rischierebbe di entrare in crisi un settore (quello dei vari franchising che si occupano, per l’appunto, della vendita delle sigarette elettroniche ed i vari accessori correlati…), che ormai è entrato a pieno regime e contribuisce di certo a sostenere l’economia del nostro paese. Il dilemma è grande: la salute o l’economia? Staremo a vedere cosa accadrà nei prossimi mesi.


Redazione
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica

disclaimer attenzione