Rinogutt: ottimo farmaco da banco per liberare il naso chiuso

-
28/03/2020

Rinogutt: ottimo farmaco da banco per liberare il naso chiuso

Rinogutt è un farmaco da banco conosciuto e molto utilizzato, che permette di decongestionare la mucosa nasale e quindi liberare il naso chiuso in caso di raffreddore o allergia. Trattandosi di un farmaco da banco, lo possiamo acquistare sia nelle comuni farmacie che online, dove spesso si riesce a trovare a prezzi più vantaggiosi quindi vale la pena optare per questa soluzione se si vuole risparmiare. Rinogutt è un medicinale considerato piuttosto sicuro, ma questo non significa che lo si possa utilizzare indiscriminatamente. Si tratta pur sempre di un farmaco e in quanto tale ha diverse controindicazioni che conviene sempre conoscere, così come potrebbe provocare effetti collaterali indesiderati.

Per queste ragioni, Rinogutt deve essere utilizzato solo dopo aver letto con attenzione le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo e che vi riportiamo di seguito. Rispettare la posologia è fondamentale per evitare che compaiano effetti collaterali indesiderati ma non solo. Gli spray nasali come Rinogutt rischiano di creare dipendenza ed assuefazione ed è quindi importantissimo attenersi ai dosaggi consigliati ed evitare di esagerare nell’utilizzo di questo farmaco.

Vediamo ora quali sono le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo del medicinale, che conviene conoscere prima di iniziare ad utilizzarlo.


Rinogutt: indicazioni terapeutiche

Rinogutt è un medicinale da banco che contiene il principio attivo Tramazolina, dalle spiccate proprietà degongestionanti della mucosa nasale. Anche se molto simile quindi, questo farmaco contiene un principio attivo differente rispetto alla Rinazina: altro spray nasale famoso e utilizzato da moltissime persone. Possiamo tuttavia dire che la loro azione sia pressochè la stessa.


Leggi anche: Deltarinolo: spray decongestionante per liberare il naso chiuso

Rinogutt infatti è indicato per decongestionare la mucosa e liberare quindi il naso chiuso in caso di raffreddore o rinite allergica. La congestione nasale comporta un gonfiore della mucosa ed è per questo che noi avvertiamo la sensazione di non riuscire a respirare bene. Il naso è chiuso e questo spesso risulta molto fastidioso.

Ricordiamo però che Rinogutt, come del resto anche la Rinazina a tutti gli spray decongestionanti simili, deve essere utilizzato solo in caso di effettivo bisogno e solo per pochi giorni. Come abbiamo già accennato, queste tipologie di medicinali rischiano di creare dipendenza ed un loro abuso può rivelarsi molto dannoso.

Controindicazioni ed avvertenze

Rinogutt è un farmaco da banco ma questo non significa che non abbia controindicazioni e vale sempre la pena controllare bene questo aspetto perchè sono diverse le persone che non possono utilizzare questo spray nasale.

Rinogutt è controindicato e quindi non può essere utilizzato nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità (allergia) al principio attivo Tramazolina o ad uno qualsiasi degli eccpienti contenuti nel medicinale;
  • Pazienti affetti da patologie cardiache e da ipertensione grave;
  • Pazienti affetti da rinite sicca, il cui sintomo principale è la secchezza nasale;
  • Pazienti affetti da glaucoma ad angolo acuto;
  • Pazienti affetti da ipertiroidismo;
  • Pazienti affetti da ipertrofia prostatica;
  • Pazienti che hanno subito interventi chirurgici per via nasale;
  • Pazienti in terapia con farmaci antidepressivi;
  • Bambini e ragazzi di età inferiore ai 12 anni;
  • Donne in gravidanza o in allattamento.

Interazione con altri farmaci

Rinogutt può entrare in interazione con altre tipologie di medicinali ed è quindi sempre importante informare il medico o il farmacista prima di utilizzare questo spray nasale, se si sta seguendo una terapia con altri medicinali.

In modo particolare, Rinogutt non deve essere assunto da coloro che sono in cura con farmaci antidepressivi (inibitori MAO e antidepressivi triciclici) o con medicinali che aumentano i valori della pressione arteriosa. L’assunzione concomitante di tali farmaci con Rinogutt infatti potrebbe provoare problemi cardiaci come aritmie ed un aumento della pressione del sangue.

Allo stesso modo, questo spray nasale non dovrebbe essere utilizzato dai pazienti che stanno assumendo medicinali per curare l’ipertensione.

Nel dubbio quindi conviene sempre chiedere consiglio al proprio medico di base prima di iniziare un trattamento con Rinogutt, in modo da essere certi di poterlo utilizzare senza problemi o rischi per la propria salute.

Posologia: dosi e come utilizzare Rinogutt

Come abbiamo già anticipato, Rinogutt non deve essere utilizzato in modo indiscriminato e rispettare la posologia indicata nel foglietto illustrativo è fondamentale. Questo spray nasale infatti può provocare dipendenza ed un suo abuso ha effetti dannosi sia sulla mucosa nasale che su altri aspetti.

La posologia indicata nel foglietto illustrativo del farmaco da rispettare è la seguente:

  • 1-2 nebulizzazioni in ogni narice al bisogno (tra una somministrazione e l’altra devono però trascorrere non meno di 6-8 ore).

Il trattamento con Rinogutt non deve superare i 4 giorni consecutivi. Ricordiamo che questo medicinale, se viene utilizzato in modo indiscriminato, può provocare danni alla mucosa ed assuefazione.

Effetti collaterali indesiderati

Dopo l’utilizzo di Rinogutt possono comparire diversi effetti collaterali indesiderati, soprattutto se non si rispetta la posologia indicata nel foglietto illustrativo.

Tra gli effetti indesiderati più frequenti legati all’utilizzo di questo spray nasale troviamo i seguenti:

  • Insonnia, irrequietezza e allucinazioni;
  • Sonnolenza eccessiva o sedazione;
  • Mal di testa;
  • Vertigini;
  • Aritmie cardiache;
  • Tachicardia e palpitazioni;
  • Disgeusia (ossia alterazione del gusto);
  • Ipertensione;
  • Edema nasale, ossia gonfiore della mucosa nasale;
  • Epistassi (sangue dal naso);
  • Naso che cola, bruciore all’interno delle narici;
  • Starnuti frequenti;
  • Secchezza nasale;
  • Rash cutanei e reazioni allergiche;
  • Nausea.



disclaimer attenzione