Quali sono i disturbi del comportamento alimentare? Anoressia, bulimia e obesità

-
30/10/2020

Quali sono le cause e quali azioni vanno intraprese di fronte a un disturbo alimentare (anoressia, bulimia, obesità): ecco le spiegazioni e i suggerimenti dell’esperto per queste patologie. 

Obesità

Anoressia, bulimia e obesità sono tutti disturbi del comportamento alimentare.

Ecco una sintesi del punto sulle cause e sulle azioni da seguire rispetto a queste patologie dell’Ospedale San Raffaele di Milano con le spiegazioni del dottor Stefano Erzegovesi, primario del Centro Disturbi del Comportamento Alimentare di San Raffaele Turro (qui la versione integrale).

Cause dei disturbi alimentari

Adolescenti

I disturbi del comportamento alimentare non sono mai dovuti a una singola causa. Di solito sono più fattori che concorrono a provocarli, in particolare:

– predisposizione familiare

– il modo in cui siamo stati accuditi da piccoli

– il temperamento, ad esempio il perfezionismo

– il genere, spesso femminile


Leggi anche: Bulimia: cause, sintomi e cura di un disturbo alimentare diffuso

– l’età, specie se adolescenziale

– i modelli sia imposti che auto-imposti

Disturbi alimentari: come comportarsi

Comprensione

I consigli da seguire sia per chi soffre di questi disturbi che per coloro che vogliono aiutare le persone interessate sono:

  • Fare attenzione ai segnali iniziali;
  • Lasciare sempre aperto uno spazio di ascolto;
  • Stare vicino e supportare la persona in giusta misura;
  • Non dare giudizi diretti (es. “guarda come ti sei ridotto/a”).
  • È fortemente consigliato proprio chiedere supporto. Quella che può essere percepita come soluzione a un problema, come la magrezza, può diventare una malattia da curare.
  • I centri per la cura dei disturbi alimentari

Medico

Se si ha il forte sospetto di un disturbo di questo tipo è necessario rivolgersi al pediatra o al medico di medicina generale (MMG), il quale valuterà peso, altezza e indice di massa corporea (BMI).

Se i dati confermano la presenza della patologia, allora si verrà indirizzati verso un centro multidisciplinare, dove sarà possibile ricevere eventuali cure relative a complicanze secondarie, riabilitazione nutrizionale e terapie psicologiche, sia individuali che familiari.



disclaimer attenzione