Medicina Estetica: cos’è la T.R.A.P e quali i suoi vantaggi

-
30/08/2021

medicina estetica

La medicina estetica è sempre in costante aggiornamento: le ricerche approfondite condotte da giovani e più esperti della branca. sotto vari aspetti ed ambiti, consentono di raggiungere risultati fino a qualche tempo fa impensabili: non fanno eccezione le ricerche e i risultati ottenuti per i rimedi e la cura delle vene varicose, in particolare con la T.R.A.P.

Che cos’è la TRAP?

E’ importante capire cosa si intende per TRAP e quali sono i vantaggi che questa terapia porta alle donne colpite dalla patologia, frequente, delle vene varicose: infatti, come noti studi affermano, si attesta a circa il 25% la percentuale delle donne adulte afflitte da tale patologia, dunque, riconoscerne cause e cure o rimedi, anche per evitare che sfoci in trombosi o ulcere, diventa fondamentale.


Leggi anche: Daflon: un farmaco efficace per vene varicose ed emorroidi

In particolare, la T.R.A.P.  – come il nome inglese ci consiglia – è una Fleboterapia Tridimensionale Ambulatoriale Rigenerativa, la quale si differenzia dalle più classiche scleroterapie – che sono specificatamente obliterative, ossia tendono a curare le varici chiudendo i vasi – in quanto i vasi non vengono chiusi, bensì viene ridotto il loro calibro, rigenerandoli, rinforzandoli e ripristinandone il corretto funzionamento.

All’interno di quel 25% di donne colpite da varici, quelle che vengono colpite nello specifico da patologie del circolo venoso nel periodo della pre-menopausa e menopausa sono circa la metà: in tal senso è più facile stabilire in maniera cronologica lo sfociare di tali patologie, anche se le cause principali sono date dall’ereditarietà, dai caratteri genetici e dallo stile di vita (quando eccessivo, nei consumi di alcool o fumo, ad esempio).

Trap per un trattamento fleboterapico

La T.R.A.P, come conferma uno dei maggiori esperti in rimedi e cure per le vene varicose, consiste in particolare in un trattamento fleboterapico con iniezione di Sodio Salicilato in glicerolo “con una determinata concentrazione ed un adeguato protocollo anatomico cronologico in tutti i vasi visibili e non, patologici e non”. Una terapia che, dunque, migliora gli arti inferiori, non solo da un punto di vista estetico, ma anche su piano più propriamente medico e funzionale.



disclaimer attenzione