Laila: il nuovo farmaco naturale per combattere ansia e insonnia

-
20/06/2020

Laila: il nuovo farmaco naturale per combattere ansia e insonnia

Laila è un nuovo farmaco da banco completamente naturale, ideale per chi soffre di lievi stati di ansia o manifesta problemi nel prendere sonno. Questo medicinale omeopatico, prodotto dalla nota casa farmaceutica Menarini, sta riscuotendo un grande successo grazie al suo effetto calmante e sedativo. In molti si chiedono se Laila funzioni realmente e sembra proprio che sia così, sempre ammesso che non si soffra di ansia patologica o di problematiche dell’umore più gravi che necessitano di trattamenti più specifici.

L’ansia è un disturbo molto diffuso al giorno d’oggi, ma nella maggior parte di casa per fare fronte a questa problematica e ai sintomi ad essa associati è sufficiente assumere prodotti naturali. Laila in questo senso è l’ideale, perchè permette di trovare la giusta serenità e favorisce il sonno, migliorando di fatto la qualità della vita.

Il vantaggio di un farmaco omeopatico come questo sta nel fatto che non ha particolari controindicazioni e quindi può essere utilizzato da tutti. Ciò tuttavia non significa che non sia importante rispettare la posologia del medicinale ed attenersi alle indicazioni fornite dalla casa farmaceutica. Di seguito vi riportiamo le informazioni più importanti contenute nel foglietto illustrativo di Laila e altre cose da sapere su questo rimedio completamente naturale contro l’insonnia e l’ansia.


Leggi anche: Vitango: un utile rimedio naturale per combattere ansia e stress


Laila: indicazioni terapeutiche

Laila è un rimedio omeopatico, contenente olio essenziale di lavandula e appartenente alla categoria degli ipnotici e sedativi naturali. E’ indicato per il trattamento di tutti gli stati di ansia lieve e di stress, perchè svolge un’azione calmante quindi permette di placare l’agitazione e favorisce il sonno.

Come abbiamo accennato, Laila è indicato per coloro che soffrono di ansia lieve e non patologica. Vale comunque la pena provare questo trattamento prima di iniziare ad assumere psicofarmaci, poichè questi sono dannosi alla lunga e hanno diverse controindicazioni oltre che molti effetti collaterali. Gli psicofarmaci, anche se assunti a dosaggi minimi, creano inoltre dipendenza e devono pertanto essere l’ultima spiaggia. Vanno cioè utilizzati solo qualora altri rimedi naturali non dovessero risultare efficaci.

Controindicazioni ed avvertenze

Laila è un rimedio omeopatico completamente naturale e proprio per tale ragione non ha particolari controindicazioni. Lo possono assumere tutti, ad eccezione per coloro che sono allergici al principio attivo ossia all’olio essenziale di lavanda.

Pazienti pediatrici

I pazienti pediatrici di età inferiore ai 12 anni non possono assumere questo medicinale poichè la sua sicurezza non è stata testata sui bambini.

Donne in gravidanza e allattamento

Anche sulle donne in gravidanza e in allattamento questo rimedio non è stato testato, quindi è sconsigliato a meno che non sia prescritto dal medico.

Interazioni con altri medicinali

Questo rimedio non crea interazione con altri medicinali, quindi lo si può utilizzare anche se si stanno seguendo delle terapie specifiche. Nel dubbio comunque si può sempre chiedere conferma o consiglio al proprio medico.

Posologia: modi e tempi di somministrazione

Laila è un rimedio omeopatico considerato sicuro, ma questo non significa che non si debba rispettare la posologia del farmaco indicata nel foglietto illustrativo. Anche i principi attivi di origine naturale infatti possono creare effetti collaterali se assunti in quantitativi eccessivi.

La posologia di Laila, così come suggerita nel bugiardino, è la seguente:

  • 1 capsula molle (corrispondente a 80 mg di olio essenziale di lavanda) al giorno

Quando prenderlo

Questo farmaco può essere assunto in qualsiasi momento della giornata, al bisogno, ingoiando la capsula insieme ad un po’ di acqua. I pazienti che soffrono di disturbi del sonno o di insonnia vera e propria, dovrebbero assumere Laila 30 minuti prima di coricarsi in modo da ottenere il massimo del beneficio dal medicinale.

Durata del trattamento

La durata del trattamento con questo rimedio non deve essere superiore alle 2 settimane: dopo tale periodo chiedere consiglio al medico, che può consigliare di proseguire con le assunzioni qualora non si fossero manifestati effetti collaterali particolari. Qualora dopo 2 settimane non si dovessero notare benefici, conviene rivolgersi al proprio medico per trovare una terapia differente.

Effetti collaterali indesiderati

Questo rimedio omeopatico contiene solo ingredienti di origine vegetale dunque il rischio che si manifestino degli effetti collaterali indesiderati, se si rispetta la posologia e non si è allergici all’olio essenziale di lavanda, è minimo. Sono state segnalate raramente reazioni cutanee dovute ad ipersensibilità o problemi gastrointestinali lievi come una leggera eruttazione. Parliamo tuttavia di effetti collaterale dalla frequenza rara, che si manifestano solo in pochissimi pazienti.

Laila funziona davvero? E’ utile per combattere l’ansia?

In molti si chiedono se Laila funzioni davvero e sia utile per combattere l’ansia, una problematica che affligge diverse persone. Leggendo i forum e le recensioni online in merito a questo medicinale, in molti affermano di averne tratto un grande beneficio mentre per altri si è rivelato pressochè inutile. D’altronde ognuno reagisce in modo differente a queste tipologie di farmaci quindi vale la pena provare, perchè potrebbe rivelarsi il rimedio perfetto per risolvere una volta per tutte i propri problemi senza ricorrere a misure più drastiche e pericolose.



disclaimer attenzione