Il cloro delle piscine è tossico?

-
24/09/2021

Il cloro contenuto nell’acqua delle piscine creerebbe danni seri alla pelle e ai capelli. L’allarme è stato lanciato da una squadra di ricercatori coordinati da Fabio Rinaldi, docente alla Sorbona e presidente dell’ International Hair Research Foundation (IHRF).

b3d377dc-5217-460c-a2d1-5ffb1afd1248

I danni da cloro, sarebbero provocati solo da un’eccessiva esposizione a tale sostanza, quindi derivanti da una frequentazione molto assidua della piscina. Come spiega bene Rinaldi: “Il cloro presente nell’acqua delle piscine e’ estremamente irritante. E’ pericoloso soprattutto per le persone con pelle secca o per chi soffre di patologie come la dermatite atopica e simili, comuni a molte persone. Una sua eccessiva concentrazione puo’ portare a fenomeni di follicolite anche gravi”. Ma quindi che contromisure si possono adottate per proteggersi e scongiurare tali danni alla pelle e ai capelli? “E’ auspicabile ogni volta che si e’ fatto un bagno in piscina sciacquarsi con acqua dolce in modo da asportare i residui di cloro. E’ utile anche, a fine giornata, utilizzare creme idratanti e balsami per capelli per reintegrare cio’ che il cloro ci ha sottratto durante la giornata”.


Leggi anche: Caduta capelli: tutte le cause e i rimedi per uomo e donna

Ma anche i residui d’acqua a bordo piscina rappresentano un rischio per la nostra salute, soprattutto perché rappresentano terreno fertile per batteri, funghi e virus. In questo caso, è consigliato premunirsi di calzini in lattice –acquistabili in farmacia- in grado di offrire la giusta protezione alla pelle, ed utilizzare possibilmente –come prevenzione- detergenti che contengano la clorexidina o sostanze simili.  Piccoli ma utili consigli quindi, che però, soprattutto in questo periodo estivo, possono certamente dare una mano per evitare che una costante ed eccessiva frequentazione delle piscine possa trasformarsi in un problema serio per la nostra pelle ed i nostri capelli.



disclaimer attenzione