I veleni in casa: giocattoli, vestiti, detersivi, mobili

-
26/08/2021

 

Sempre più spesso le persone soffrono di allergie, irritazioni cutanee, infezioni respiratorie, e diversi problemi legati al sistema riproduttivo, ormonale ed immunitario.

819e270d-28d9-4bc9-9621-88c670def7d7

Ma da cosa dipende tutto questo?

Secondo le stime dell’Oms le sostanze tossiche che danneggiano la nostra salute sono potenzialmente ovunque, e responsabili di circa 4,3 milioni di decessi al mondo ogni anno. In particolare in casa i mobili, i vestiti, i detersivi, i giocattoli nascondono veleni ai quali siamo costantemente esposti. Ed ovviamente i bambini sono i piu’ vulnerabili.

Infatti, da una recente metanalisi di dieci studi che hanno coinvolto circa 6500 pazienti «si è visto che i soggetti con i maggiori livelli di esposizione hanno da 3 a 5 volte maggiori probabilità di sviluppare asma», spiega il dott. Paolo Regini, pediatra e membro del gruppo di lavoro Ambiente e Salute dell’Associazione Culturale Pediatri.

7321ffbb-228d-4076-9767-4a6cb7a74dd1

Spesso si ignora il fatto di respirare veleni in casa, e durante l’acquisto non ci s’informa adeguatamente.

Sembra assurdo, ma nei mobili, tra gli inquinanti vi è presente il benzene, considerato dalla Iarc uno dei cancerogeni piu’ pericolosi. Se si pensa che il benzene è uno dei principali inquinanti del traffico, «la sua concentrazione negli ambienti chiusi supera in media di quasi due volte quella che si registra all’aperto».

Ovviamente la situazione peggiora ulteriormente se in casa ci sono fumatori.

Non solo, i veleni si nascondono nei capi di abbigliamento, nella biancheria intima, nelle scarpe e nei vestiti che indossiamo. Ed i capi per i bambini non sono esenti da tutto questo.

Al riguardo Greenpeace  ha condotto uno studio chiamato «Piccoli mostri nell’armadio», analizzando 82 articoli per bambini di noti marchi acquistati in 25 Paesi.

E’ emerso da ogni marchio testato che almeno un capo era avvelenato da sostanze chimiche pericolose tra cui PFOA (acido perfluorottanico)  e nonilfenoli etossilati.

Si tratta di sostanze, interferenti endocrini, che, una volta rilasciate nell’ambiente, possono avere potenzialmente effetti dannosi sul sistema riproduttivo, ormonale o immunitario.

Quindi come ci si deve comportare? Sicuramente bisogna fare piu’ attenzione a cosa si acquista, stare attenti alla provenienza ed alla qualità. Sono certamente da evitare tutti i prodotti made in china, dai capi di abbigliamento ai giocattoli.

E per quanto riguarda i detersivi cercate di utilizzare quelli ecosostenibili.



disclaimer attenzione