Ganazolo: il farmaco antimicotico che non necessita di ricetta medica

-
12/09/2020

Ganazolo: il farmaco antimicotico che non necessita di ricetta medica

Ganazolo è un farmaco antimicotico, utile quindi per il trattamento delle infezioni dovute a funghi come la candida albicans. Questo medicinale da banco si può trovare in diverse formulazioni farmaceutiche, specificatamente pensate per trattare disturbi differenti che possono interessare i genitali (crema vaginale, ovuli e lavanda vaginale) oppure l’orecchio (gocce auricolari).

Parliamo di un farmaco da banco e in quanto tale Ganazolo non necessita di ricetta medica.

Anche se si tratta di un medicinale da banco, è comunque importante rispettare le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo attenendosi alla posologia consigliata e leggendo scrupolosamente le controindicazioni prima di iniziare il trattamento. Per questo motivo vi riportiamo di seguito le informazioni più importanti contenute nel bugiardino di Ganazolo e le cose da sapere prima di utilizzare il medicinale.


Ganazolo: indicazioni terapeutiche

Le indicazioni terapeutiche di questo medicinale variano a seconda della formulazione, anche se parliamo in tutti i casi di un farmaco antimicotico, utile per il trattamento delle infezioni da funghi come la candida e di batteri Gram positivi come gli streptococchi e gli stafilococchi.


Leggi anche: Meclon: la crema vaginale dall’azione antimicotica e antibatterica

Questo medicinale contiene il principio attivo Econazolo, un antifungino in grado di contrastare il proliferare delle infezioni micotiche. Vediamo adesso le indicazioni terapeutiche delle varie formulazioni.

Ganazolo crema vaginale, ovuli e lavanda

Sotto forma di crema vaginale, ovuli e lavanda questo medicinale è indicato per il trattamento delle infezioni micotiche come la candida vaginale.

Ganazolo gocce auricolari

Sotto forma di gocce auricolari, questo medicinale viene spesso prescritto e utilizzato per il trattamento delle micosi del condotto uditivo e dell’otite esterna di origine micotica.

Ganazolo emulsione cutanea

L’emulsione cutanea è invece indicata specificatamente per il trattamento della Pitiriasi versicolor e di altre infezioni micotiche della pelle, comprese le onicomicosi.

Controindicazioni ed avvertenze

Questo medicinale ha scarse controindicazioni, poichè si tratta di un farmaco ad uso topico che quindi viene assorbito solo in minima percentuale a livello sistemico. Ganazolo è controindicato e quindi non può essere utilizzato solo in caso di ipersensibilità ossia allergia al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nel medicinale.

Gravidanza e allattamento

La crema vaginale e gli ovuli non devono essere utilizzati nel primo trimestre di gravidanza per via dell’assorbimento vaginale del principio attivo. Nei mesi successivi può essere utilizzato, ma solo dopo aver consultato il medico e aver valutato il rapporto rischio-beneficio.


Potrebbe interessarti: Gynocanesten: le cose da sapere sulla crema antimicotica

Interazione con altri medicinali

Questo medicinale, come abbiamo accennato, viene assorbito solo in minima parte a livello sistemico ma è bene prestare comunque attenzione perchè potrebbe entrare in interazione con altre tipologie di farmaci.

In particolare, è importante prestare attenzione qualora si stessero assumendo dei medicinali anticoagulanti come il Warfarin.

Posologia: modi e tempi di utilizzo

Anche se si tratta di un medicinale da banco che non necessita di ricetta medica, Ganazolo deve sempre essere utilizzato rispettando la posologia indicata nel foglietto illustrativo, che varia a seconda della formulazione. Vi riportiamo di seguito le indicazioni contenute nel bugiardino per l’utilizzo di questo farmaco.

Ganazolo crema vaginale

La crema vaginale deve essere utilizzata da entrambi i partner, anche se l’uomo non presenta sintomi evidenti riconducibili a candida albicans. Si rischia infatti il classico effetto ping pong se il partner non viene trattato, il che significa che la donna potrebbe essere nuovamente contagiata dall’infezione.

Il trattamento prevede 1 applicazione al giorno, da effettuare in vagina mediante l’apposito applicatore (5 cc) per 15 giorni consecutivi. Il trattamento deve essere protratto anche qualora i sintomi dovessero scomparire dopo pochi giorni. Il partner deve applicare la crema direttamente sul glande e sul prepuzio, sempre una volta al giorno per 15 giorni consecutivi.

Ganazolo ovuli

La posologia prevede l’introduzione di 1 ovulo al giorno, la sera prima di coricarsi, all’interno della vagina per 3 giorni consecutivi.

Ganazolo emulsione cutanea

Il trattamento prevede 2 applicazioni al giorno (mattina e sera) sulle zone cutanee infette, da effettuare mediante un leggero massaggio per favorire l’assorbimento della crema.

Ganazolo gocce auricolari

Il trattamento con gocce auricolari prevede l’instillazione di 1-2 gocce 1-2 volte al giorno.

Effetti collaterali indesiderati

Anche questo medicinale può provocare la comparsa di effetti collaterali indesiderati, anche se non tutti i pazienti li manifestano. Parliamo di sintomi piuttosto rari, che si possono prevenire rispettando la posologia del farmaco ed evitando sovraddosaggi.

Gli effetti collaterali più comuni riguardano irritazioni e reazioni nel sito di applicazione, spesso dovuti ad un’ipersensibilità al principio attivo o ad uno dei componenti del medicinale.

E’ importante interrompere il trattamento con questo farmaco qualora dovessero comparire sintomi attribuibili ad un’allergia o ad un’ipersensibilità ossia:

  • Bruciore e dolore nella sede di applicazione (immediatamente successivo all’applicazione del medicinale);
  • Eruzioni cutanee che potrebbero dipendere da un’allergia;
  • Mal di testa;
  • Irritazioni vaginali o nella sede di applicazione;
  • Angioedema, rush cutaneo ed orticaria.


disclaimer attenzione