Ependimoma di terzo grado: diffusioni e cause di questo tumore

-
03/06/2020

L’ependimoma è una tipologia di tumore che si sviluppa nelle cellule ependeminali, situate attorno ai ventricoli cerebrali e al canale del midollo spinale. Può essere di natura benigna o maligna e, in base alla collocazione e alla gravità, comporta sintomi e sviluppi diversi. La diagnosi e l’identificazione esatta avvengono dopo una serie di accertamenti, al fine di stabilire la corretta terapia. Se rimossi chirurgicamente, gli ependimomi possono essere successivamente trattati con radioterapia o chemioterapia, in relazione alle dimensioni e al successo dell’intervento. L’ependimoma di terzo grado anaplastico è un tumore cerebrale maligno che si manifesta nei pressi dei ventricoli o nell’area posteriore del cranio, molto raramente invece nel midollo spinale. Come avviene per tutti i tipi di tumore maligno, e in particolare per quelli cerebrali, l’ependimoma di terzo grado segue una crescita molto rapida e può portare a gravi conseguenze.


La classificazione dei tumori cerebrali

I tumori al cervello, benigni o maligni, interessano l’encefalo e il midollo spinale, che costituiscono il sistema nervoso centrale del corpo. Si sviluppano per cause sconosciute, alla cui base vi sono mutazioni a livello genetico: talvolta da una cellula stessa del sistema nervoso (tumori primari), o per metastasi da un tumore maligno situato in un’altra parte del corpo, ad esempio i polmoni o le ovaie. La complessità della struttura cerebrale e del sistema nervoso ha determinato una grandissima varietà di tumori cerebrali che, indipendentemente dalla loro natura, spesso devono essere rimossi e trattati con chemioterapia e radioterapia. In base alla gravità le neoplasie cerebrali si dividono in 4 gradi: I e II grado si riferiscono a tumori benigni e localizzati, III e IV grado riguardano neoplasie maligne e rapide ad espandersi. Può comunque accadere che un tumore di I o II grado si evolva e si trasformi in III o IV. Anche l’ependimoma si divide in diverse categorie, di cui alcune di I e II grado e a crescita molto lenta.


Leggi anche: Tumore al fegato rimedi e consigli

Ependimoma: tipologie e classificazione

Per quanto riguarda l’ependimoma, esistono 4 tipologie di questa forma tumorale che si distinguono in base alle caratteristiche e alla gravità:

  • Il superpendimoma è un tumore cerebrale di primo grado, caratterizzato da una crescita lenta. Si sviluppa solitamente vicino ai ventricoli cerebrali;
  • L’ependimoma mixopapillare è un tumore cerebrale di primo grado come il superpendimoma, anch’esso a crescita lenta. Si sviluppa però solitamente nel midollo spinale, localizzandosi nelle sezioni più basse (ependimoma lombosacrale);
  • L’ependimoma vero e proprio è un tumore di secondo grado, anch’esso a crescita lenta, che tende a svilupparsi all’interno dei ventricoli cerebrali o nelle immediate vicinanze;
  • L’ependimoma anaplastico invece è un tumore cerebrale maligno di terzo grado, che solitamente si sviluppa vicino ai ventricoli cerebrali o all’interno delle fossa cranica. A differenza dei precedenti, ha una progressione piuttosto rapida ed è quindi la forma più grave.

L’ependimoma di terzo grado appartiene alla quarta tipoligia ossia quella più grave. Può comunque essere trattato efficacemente se non sono presenti metastasi e se viene diagnosticato con tempestività.

Diffusione e cause dell’ependimoma di terzo grado

L’ependimoma di terzo grado costituisce una percentuale piuttosto bassa tra i tumori del cervello e del sistema nervoso centrale (non arriva al 5 per cento), in età adulta è molto raro e comunque si manifesta sempre quasi sempre sotto i 40 anni di età. Al contrario, è diffuso nei bambini, soprattutto al di sotto dei 3 anni. Ugualmente agli altri tumori cerebrali, le cause dell’ependimoma sono sconosciute, anche se esistono alcuni fattori di rischio che ne favoriscono lo sviluppo, tra cui la neurofibromatosi, una malattia ereditaria che predispone la comparsa di tumori del sistema nervoso.


Potrebbe interessarti: Melanoma cutaneo: cause, sintomi, diagnosi e cura

Sintomi e diagnosi dell’ependimoma di terzo grado

La sintomatologia dell’ependimoma di terzo grado, e dei tumori cerebrali in genere, dipende dalla loro collocazione. Se il tumore si trova nel midollo spinale, i sintomi possono essere dolori alla schiena, intorpidimento degli arti e incontinenza urinaria. Se si trova nell’encefalo, i sintomi sono molto più estesi: dal mal di testa, alla nausea, alla debolezza degli arti, ai problemi di equilibrio, fino ai deficit cognitivi e agli sbalzi di umore. Qualora il medico sospettasse la presenza di un ependimoma di terzo grado o di un’altra forma tumorale del cervello, procederà con una serie di analisi e verifiche: test oculare, valutazione delle capacità cognitive, TAC, risonanza magnetica, biopsia, puntura lombare e test neurologici. Quando, come spesso accade, il tumore è di dimensioni troppo ampie e in una posizione difficile da raggiungere, si opta per la rimozione chirurgica parziale e per il successivo trattamento radioterapico unito a farmaci antiepilettici.

Ependimoma di terzo grado: cure e trattamenti

L’ependimoma di terzo grado si riesce difficilmente a curare mediante il solo intervento chirurgico, perchè spesso il tumore è localizzato in zone difficili da raggiungere. La rimozione completa è quindi nella maggior parte dei casi impossibile. Poichè le cellule neoplastiche hanno la tendenza ad intaccare la massa cerebrale sana e riformarsi, anche dopo la parziale rimozione chirurgica i pazienti vengono sottoposti a radioterapia. Questo per consentire di eliminare qualsiasi residuo di cellula tumorale rimasta e prevenire le recidive.



disclaimer attenzione