Dolori intercostali rimedi

-
23/03/2021

Quali sono i sintomi ed i rimedi dei dolori intercostali? Cose da sapere su fitte, algie,  posizione del dolore e come distinguere un colpo di freddo o infiammazione da un problema cardiaco.

dolori intercostali

I dolori intercostali indicano quei fastidi, che possono sfociare in dolori più o meno acuti, interessanti la zona del torace.

Essendo una zona abbastanza ampia, potrebbe coinvolgere diversi organi e quindi diverse patologie.


Dolori intercostali sintomi

Il dolore intercostale si manifesta con crampi e fitte localizzate solitamente subito sotto la gabbia toracica, alcune volte anche più in alto.

Possono essere colpiti dalle algie o dolori muscolari sia il lato destro, il centro ed il lato sinistro dello sterno.

La complessità della zona colpita non facilita una diagnosi chiara ed immediata, anche perchè spesso il dolore avvertito non coincide con l’organo che ha creato il dolore come nel caso del cuore e del dolore al braccio.


Leggi anche: Dolori Intercostali: cause, sintomi e patologie collegate

Cause ossee ed articolari e rimedi per scacciare i dolori intercostali

Le cause del dolore intercostale possono essere diverse ed imputabili a problemi di postura, ernie o scoliosi, infiammazioni delle articolazioni delle costole o dello sterno o essere causate da molteplici patologie.

Più generalmente le fitte, di norma, hanno luogo a seguito di un allenamento intenso, ma talvolta sono generate anche da banali colpi di freddo.

Il soggetto colpito da queste fitte, solitamente, è volto a pensare che si tratti di un problema cardiaco, ma potrebbe trattarsi di una conseguenza di:

  • ansia e stress
  • colpo di freddo con strappo o stiramento muscolare dovuti alla contrazione improvvisa dei muscoli
  • reflusso ulcerino, calcoli o altri problemi gastrici
  • disturbi polmonari
  • problemi ossei come crampi, fratture
  • cause di un dolore al petto

La posizione del dolore, la persistenza e la sensazione possono aiutare a definire la giusta diagnosi.

dolori intercostali petto

Come distinguere il dolore intercostale da un problema cardiaco

Un dolore intenso, subito al di sotto della gabbia toracica. Una fitta improvvisa che a volte ci impedisce quasi di respirare e poi un fastidio che si acuisce e presto si è portati a pensare al peggio: sto per avere un infarto.

In realtà, i dolori intercostali, soprattutto quelli che interessano il lato sinistro del corpo, sono provocati il più delle volte da veri e propri crampi del diaframma, oppure da cibo nello stomaco e gas nell’intestino. I dolori intercostali solitamente si avvertono mentre si è nel mezzo di un intenso allenamento fisico o, addirittura in competizioni in cui lo sforzo del corpo e il relativo respiro e battito cardiaco sono al massimo.


Potrebbe interessarti: Dolori muscolari alle gambe: le cause e i rimedi più efficaci

Per evitare di spaventarsi inutilmente, è bene saper distinguere il dolore intercostale da quello che potrebbe essere un vero e proprio problema cardiaco, ben più serio.

Innanzitutto, il dolore che è preludio di un attacco cardiaco, non si limita alla zona intercostale, ma inizia a diramarsi e dare una sensazione di forte pressione al petto, al braccio sinistro e può spingersi anche fino al collo e al viso.

In questo caso si può pensare ad un problema di natura cardiaca, tutto il resto è semplicemente dolore intercostale dovuto a crampi al diaframma, come detto prima.

Per ovviare questo tipo di disturbi, se sopraggiungono mentre si è nel mezzo di uno sforzo fisico come ad esempio la corsa, bisognerebbe seguire qualche piccola regola d’oro: sicuramente rallentare molto l’andatura della corsa, espirare forte e mettere le mani sulla testa e spingere i gomiti all’indietro continuando a respirare profondamente. Inoltre è buona norma evitare di fare attività fisica subito dopo che si è mangiato…

Quando vige un problema cardiaco, sia esso angina pectoris o infarto, la sensazione che si prova è di oppressione, che può durare anche pochi secondi/minuti, ma che spesso si dirama dal petto al braccio, al collo e anche al volto.

Il dolore è causato da una riduzione dell’afflusso sanguigno al cuore che innesca appunto il dolore avvertito nel braccio sinistro.

Il problema è spesso accompagnato da sudorazione fredda ed affanno.

Mentre le fitte intercostali restano di gran lunga localizzate in unico punto.

Rimedi per combattere i dolori intercostali

Se si è colpiti da fitte intercostali mentre si sta praticando un’attività sportiva è bene rallentare prima per poi fermarsi ed seguire esercizi di respirazione finchè il dolore non scompare.

Un ulteriore rimedio per i crampi durante l’allenamento consiste nel portare la mano chiusa a pugno sotto la gabbia toracica e spingerla dentro girando il braccio, e quindi la mano, di 90 gradi.

Rimedi naturali o farmaci FANS sono utili a lenire il dolore e favorire la guarigione quando si tratta di problemi muscolari o algie.

Rimedi naturali contro i dolori intercostali

Se il dolore intercostale, invece, è dato da un colpo di freddo, si consiglia di tenere al caldo la parte interessata con indumenti di lana e se necessario utilizzare la borsa dell’acqua calda.

Si consiglia, inoltre, di evitare l’esposizioni tra le correnti d’aria ed in via generale, evitare di prendere freddo per qualche giorno per non rischiare infiammazioni muscolari.

Soprattutto se si è soggetti a rischio è comunque consigliato un consulto medico al verificarsi di queste problematiche.



disclaimer attenzione