Deltarinolo: spray decongestionante per liberare il naso chiuso

-
06/08/2020

Deltarinolo: spray decongestionante per liberare il naso chiuso

Deltarinolo è uno spray nasale ad azione decongestionante, indicato per liberare il naso chiuso in caso di raffreddore o allergia. Si tratta di un farmaco da banco che non necessita di ricetta medica e che quindi si può acquistare liberamente sia in farmacia che online. In molti consigliano a tal proposito di controllare su Trovaprezzi in modo da confrontare le varie offerte ed ordinare il prodotto online, dal sito che propone il prezzo più vantaggioso.

Anche se Deltarinolo è un medicinale da banco che non necessita di prescrizione medica e prevede un uso topico, bisogna comunque prestare molta attenzione ed attenersi scrupolosamente alle indicazioni presenti sul foglietto illustrativo. Se infatti questo spray nasale viene somministrato con dosaggi superiori rispetto alla posologia consigliata, il rischio di effetti collaterali sistemici anche gravi non va mai escluso.

Vi riportiamo per tale motivo le informazioni più importanti contenute nel foglietto illustrativo del medicinale, che vanno sempre lette prima di intraprendere un trattamento.


Deltarinolo: composizione e indicazioni terapeutiche

Deltarinolo è un medicinale da banco che si trova sotto forma di spray nasale, da somministrare per via topica. Questo farmaco appartiene alla categoria dei decongestionanti ed è quindi utile per ridurre o eliminare il gonfiore delle mucose nasali. Deltarinolo contiene 2 principi attivi:


Leggi anche: Vicks Sinex Aloe: lo spray più usato per liberare il naso chiuso

  • Il principio attivo efedrina è un decongestionante nasale che trova impiego anche nel trattamento dell’asma come broncodilatatore;
  • Il principio attivo nafazolina è un vasocostrittore in grado di decongestionare la mucosa nasale in modo rapido. Questo principio attivo è il medesimo che si trova in Rinazina Spray Nasale, ma in tale medicinale non è associato ad altre sostanze.

Il Deltarinolo è dunque utile per decongestionare la mucosa nasale e dunque liberare il naso chiuso in caso di raffreddore, rinite (anche allergica), faringite e sinusite.

Controindicazioni ed avvertenze

Anche se si tratta di un medicinale ad uso topico, Deltarinolo può essere assorbito per via sistemica ed è quindi importante attenersi a quanto indicato nel foglietto illustrativo evitando di utilizzarlo in caso di specifiche controindicazioni.

Deltarinolo è controindicato e dunque non può essere somministrato nei seguenti casi:

  • Pazienti con ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti contenuti nella formulazione;
  • Pazienti affetti da patologie cardiache;
  • Pazienti affetti da ipertensione arteriosa grave;
  • Pazienti affetti da glaucoma ad angolo chiuso o acuto;
  • Pazienti affetti da ipertiroidismo;
  • Pazienti affetti da ipertrofia prostatica;
  • Pazienti affetti da feocromocitoma;
  • Pazienti affetti da diabete mellito;
  • Donne in stato di gravidanza (certa o presunta) e in allattamento;
  • Pazienti in cura con farmaci antidepressivi;
  • Bambini di età inferiore ai 12 anni.

Interazione con altri medicinali

Questo medicinale può interferire con l’effetto dei farmaci antidepressivi. Pertanto, non deve essere utilizzato durante il trattamento o nelle due settimane successive con medicinali per il trattamento della depressione. Nel dubbio comunque conviene sempre informare il medico o il farmacista prima di intraprendere il trattamento, qualora si stessero seguendo delle terapie specifiche.

Posologia: modi e tempi di somministrazione

Questo decongestionante nasale viene assorbito in parte per via sistemica e per questo motivo è importante rispettare la posologia indicata nel foglietto illustrativo, perchè caso di sovraddosaggio potrebbero manifestarsi effetti collaterali anche gravi.

La posologia suggerita per questo farmaco è la seguente:

  • 1 nebulizzazione ogni 3-4 ore fino ad un massimo di 4 nebulizzazioni al giorno.

Durata del trattamento con Deltarinolo

La durata del trattamento non deve superare i 4 giorni consecutivi. Qualora si protraesse per più tempo potrebbero comparire sintomi anche gravi, dunque è raccomandato rispettare la posologia.

Sintomi da sovraddosaggio

In caso di sovraddosaggio potrebbero comparire i seguenti sintomi:

  • Ipertensione arteriosa;
  • Tachicardia;
  • Mal di testa;
  • Sensibilità alla luce (fotofobia);
  • Senso di oppressione toracica;
  • Sedazione.

Effetti collaterali indesiderati

L’utilizzo di Deltarinolo potrebbe dare vita ad alcuni effetti collaterali indesiderati, anche se non tutti i pazienti li sperimentano. E’ importante ricordare che per ridurre al minimo le possibilità di comparsa di effetti collaterali indesiderati bisogna rispettare la posologia ed evitare di prolungare il trattamento oltre i 4 giorni.

I possibili effetti collaterali dovuti all’utilizzo di questo medicinale sono i seguenti:

  • Tachicardia, irrequietezza e ansia generalizzata;
  • Insonnia e problemi del sonno;
  • Nausea;
  • Vertigini;
  • Tremori;
  • Mal di testa;
  • Bocca secca;
  • Problemi urinari;
  • Ipertensione arteriosa;
  • Bradicardia ossia battito cardiaco rallentato;
  • Aritmie cardiache.

Dipendenza da spray nasali: un rischio da non sottovalutare

Gli spray nasali decongestionanti come Deltarinolo possono creare dipendenza e sono diversi i pazienti che non rispettano appieno le indicazioni contenute nel foglietto illustrativo. In molti prolungano la durata del trattamento ben oltre i 4 giorni massimi consentiti, ma questo è un comportamento molto pericoloso. Al di là della dipendenza in sè che non è mai da prendere sotto gamba, gli spray nasali come Deltarinolo sono dannosi per l’organismo se utilizzati in modo improprio. Possono infatti penetrare per via sistemica e creare diversi disturbi, alcuni dei quali anche molto gravi. Per questo è fondamentale non esagerare ed attenersi alle indicazioni contenute nel foglietto illustrativo, senza sottovalutare il rischio di un sovraddosaggio.



disclaimer attenzione