Covid-19: tutto quello che sappiamo sul nuovo coronavirus

-
16/04/2020

Il Covid-19 è una patologia infettiva provocata da un virus completamente nuovo, denominato SARS-COV-2 e appartenente alla famiglia dei coronavirus. Questa malattia, altamente contagiosa e pericolosa, ha fatto la sua comparsa per la prima volta in Cina alla fine del 2019 e più precisamente nel mese di dicembre. Il maggior numero di casi è stato registrato nella città di Wuhan, capitale della provincia di Hubei ma in brevissimo tempo il virus si è diffuso a macchia d’olio, arrivando ad interessare tutti i Paesi nel mondo. Questo ha spinto l’OMS a dichiarare lo stato di emergenza globale e parlare di pandemia.

Attualmente, il Covid-19 rappresenta ancora una minaccia e sono purtroppo diverse le cose che non sappiamo sul nuovo coronavirus. La comunità medico-scientifica è al lavoro incessantemente per riuscire a trovare il maggior numero di informazioni possibili su questo virus e soprattutto per realizzare un vaccino. Nel frattempo, tutti i Paesi del mondo hanno attivato misure straordinarie per il contenimento della diffusione del coronavirus imponendo la chiusura di attività commerciali e produttive.

Le informazioni che abbiamo in questo momento sul Covid-19 sono limitate ma meritano di essere approfondite. In questo articolo vedremo tutto quello che c’è da sapere, ma ci limiteremo a riprendere le informazioni trasmesse dagli organi ufficiali perchè purtroppo sono numerose anche le bufale che circolano in questi mesi.


Covid-19: cause e fattori di rischio


Leggi anche: Coronavirus: Clio MakeUp piange disperata

Il Covid-19 è una malattia infettiva altamente contagiosa e pericolosa, che può manifestarsi con sintomi differenti. Nei casi più gravi, questa patologia provoca insufficienza respiratoria e degenera in polmonite interstiziale, che nei pazienti anziani o affetti da altre patologie pregresse comporta complicanze davvero significative. I pazienti più a rischio di morire di Covid-19 sono gli anziani e le persone con deficit immunitari, ma anche coloro che presentano un quadro clinico già compromesso.

La causa del Covid-19 è da rintracciare nel nuovo coronavirus che è stato denominato SARS-COV-2 ma la cui fonte è ad oggi ancora sconosciuta. Secondo gli studi effettuati fino ad ora, sembra che questo virus abbia un’origine animale e potrebbe risiedere nei pipistrelli. Solo con ulteriori studi specifici sarà però possibile risalire con certezza all’origine del SARS-Cov-2.

Covid-19: periodo di incubazione

Il nuovo coronavirus ha un periodo di incubazione piuttosto lungo e questo lo rende ancora più pericoloso perchè parliamo di una malattia altamente contagiosa. Il periodo che intercorre tra il contagio e lo sviluppo dei primi sintomi è variabile e può andare dai 2 ai 14 giorni. Può quindi accadere che una persona abbia contratto il virus e manifesti i sintomi tipici anche dopo 2 settimane dal contatto con il paziente infetto.

Trasmissione del virus e contagio

Ciò che rende particolarmente problematico il contenimento del nuovo coronavirus è il fatto che risulta altamente contagioso e quindi è facilissimo da trasmettere. Parliamo di un virus respiratorio che si diffonde prevalentemente attraverso le goccioline del respiro, che passano da una persona infetta ad una sana.


Potrebbe interessarti: Coronavirus e spesa al supermercato: come evitare il contagio

Le vie di trasmissione del nuovo coronavirus sono principalmente le seguenti:

  • Goccioline di saliva (che si propagano attraverso tosse, starnuti, ecc.);
  • Contatto diretto personale (stretta di mano, abbraccio, ecc.);
  • Mani (se le mani sono contaminate e ci si toccano occhi, naso o bocca in virus entra nelle vie respiratorie).

Recentemente si è scoperto che il nuovo coronavirus riesce anche a sopravvivere per alcune ore su alcune superfici metalliche.

Prevenzione e contenimento della diffusione del virus

Ad oggi il nuovo coronavirus rappresenta una minaccia, perchè si è diffuso a macchia d’olio scatenando una vera e propria pandemia che ha interessato tutto il mondo. Poichè non esiste ancora una cura e nemmeno un vaccino, è fondamentale mettere in atto delle misure di contenimento del contagio.

Per prevenire il contagio, le linee guida sono le seguenti:

  • Lavare le mani spesso con cura, utilizzando acqua e sapone o un disinfettante per mani a base alcolica tipo Amuchina per almeno 60 secondi;
  • Evitare di toccare occhi, naso e bocca con le mani se queste non sono appena state lavate con cura;
  • Evitare qualsiasi contatto ravvicinato con altre persone, mantenendo una distanza di almeno 1 metro;
  • Evitare di frequentare luoghi affollati e mantenere sempre le distanze di sicurezza di almeno 1 metro con le altre persone;
  • Indossare se possibile guanti e mascherina quando si va a fare la spesa o in altri luoghi pubblici;
  • Evitare di uscire di casa se non per motivi di necessità (per esempio per recarsi al lavoro o fare la spesa) o urgenza;
  • Utilizzare fazzoletti usa e getta in caso di raffreddore e/o tosse.

Come comportarsi in presenza di sintomi influenzali

Il Covid-19 si manifesta con sintomi che in molte persone sono simili a quelli influenzali:

  • Tosse secca e persistente;
  • Febbre;
  • Raffreddore e/o mal di gola;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Perdita del senso del gusto;
  • Congiuntivite.

In presenza di questi sintomi, che potrebbero dipendere da un’infezione da Covid-19, è importante evitare di recarsi al Pronto Soccorso e di uscire di casa. Bisogna contattare i numeri di riferimento per l’emergenza Coronavirus che si possono trovare nel sito del proprio comune o del Governo. In alternativa, contattare telefonicamente il proprio medico di base per avere indicazioni su come comportarsi.



disclaimer attenzione