Coronavirus in Italia, bollettino oggi 18 gennaio: 8.824 nuovi casi, 377 morti

-
18/01/2021

I dati del Ministero della Salute aggiornati a lunedì 18 gennaio 2021 riportano 8.824 nuovi casi di Covid-19 riscontrati su 158.674 tamponi esaminati e 377 decessi registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Dall’inizio della pandemia a oggi, nel nostro Paese, i contagi sfiorano quota 2.4 milioni. Oltre 82.500 le vittime. 

covid nuova immagine

In base al bollettino del Ministero della Salute di lunedì 18 gennaio 2021, i soggetti attualmente positivi in Italia sono 547.058, per un totale di 2.390.101 casi dall’inizio della pandemia a oggi.

Nelle ultime 24 ore, nel nostro Paese, sono risultati 8.824 i nuovi contagiati e 377 i morti.

Le vittime da Coronavirus salgono a quota 82.554.

I dimessi/guariti sono 1.760.489 (+14.763).

In lieve aumento, oggi, i ricoveri, sia le ospedalizzazioni ordinarie, 25.428 (+168), sia quelle in terapia Intensiva, 2.544 (+41).

I tamponi processati sono in tutto 29.365.366 (+158.674).

Studio Gb: quasi un paziente Covid su tre torna in ospedale

Covid-19

L’infezione da Covid-19 può essere più dura e più duratura di quanto immaginiamo.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 27 gennaio: 15.204 nuovi casi, 467 morti

In attesa di uno studio che sia pubblicato su una rivista scientifica peer review, alcuni dati di una ricerca suggeriscono che quasi un paziente inizialmente guarito su tre viene poi ricoverato in ospedale entro cinque mesi. Uno su otto muore per complicazioni.

Si tratta di risultati preliminari che arrivano dall’analisi condotta dalla Leicester University e dall’Office for National Statistics (ONS) nel Regno Unito. Lo studio è al momento disponibile sul server di pre-stampa medRxiv ed è subito rimbalzato su molti media internazionali.

L’indagine, che deve ancora essere conclusa, ha rilevato per il momento che su 47.780 persone dimesse dall’ospedale durante la prima ondata in Uk, il 29,4% è ritornato in ospedale entro 140 giorni e il 12,3% non è sopravvissuto. Le riammissioni ospedaliere hanno riguardato soprattutto soggetti di origine afro-caraibica o asiatica.

Ormai ci sono pochi dubbi sul fatto che il Covid-19 possa avere devastanti effetti a lungo termine: l’infezione può portare molti sopravvissuti a sviluppare problemi cardiaci, diabete e malattie croniche del fegato e dei reni.



disclaimer attenzione