Coronavirus in Italia, bollettino oggi 13 dicembre: quasi 18 mila nuovi casi, 484 morti

-
13/12/2020

Dai dati aggiornati del Ministero della Salute e della Protezione Civile di oggi, 13 dicembre, emergono 17.938 nuovi casi di Covid-19 su 152.697 tamponi processati e 484 decessi.

covid nuova immagine

Dal bollettino del Ministero della Salute e della Protezione Civile aggiornato al 13 dicembre, relativo allo stato della pandemia da Covid in Italia, le persone attualmente positive risultano 686.031, con un aumento di 17.938 contagi nelle ultime 24 ore (+0,98%).

Dall’inizio della pandemia a oggi i soggetti contagiati dal Coronavirus in Italia sono 1.843.712.

I deceduti sono 64.520 (+484).

I dimessi/guariti sono 1.093.161 (+16.270).

In lieve calo i ricoveri: le ospedalizzazioni normali sono 30.893 (-372), quelle in terapia intensiva 3.158 (-41).

regioni 13 dicembre

I tamponi processati sono in tutto 24.215.726, di cui 152.697 nell’arco dell’ultima giornata.

A livello regionale, nelle ultime 24 ore in Lombardia si sono registrati 2.335 casi in più, 4.092 in Veneto, 1.940 in Emilia-Romagna, 1.339 nel Lazio.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino 7 dicembre: 13.720 contagiati in più, 528 morti

Arcuri: vaccinazione da metà gennaio

Domenico-Arcuri-Facebook

“Stiamo lavorando senza sosta perché la vaccinazione inizi da metà gennaio“.

È quanto è stato confermato questa mattina da Domenico Arcuri. Insieme all’architetto Stefano Boeri, il commissario straordinario per l’emergenza Covid ha presentato la campagna di somministrazione del vaccino. I primi ad essere vaccinati, come ha ribadito Arcuri, saranno gli operatori sanitari, il personale e gli ospiti delle Rsa.

“I numeri delle persone da vaccinare nelle diverse regioni saranno perfezionati in queste ore”.

Lo slogan proposto dall’architetto Stefano Boeri per la campagna di vaccinazione contro il Covid è ‘L’Italia rinasce con un fiore’.

Ha detto Boeri:

“La forza della scienza e la solidarietà sono alla base della scelta del nostro simbolo per la campagna. Ci siamo ispirati a un fiore, simbolo di rinascita e dell’Italia. Abbiamo così immaginato una primula”.

Fiore-vaccino-Coronavirus

In 1.500 i gazebo a forma di fiore, come il simbolo della campagna che indica rinascita e serenità, verranno somministrate le dosi nella seconda fase della campagna per i vaccini anti-Covid.

I gazebo “saranno collocati in tutta Italia, nelle piazze delle città, davanti agli ospedali e anche nei campi sportivi”.

Oltre agli spot su radio, tv, siti web e social saranno realizzati anche totem informativi nei parchi, negli uffici pubblici e nelle scuole.


Potrebbe interessarti: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 11 dicembre: oltre 18 mila nuovi casi, 761 morti



disclaimer attenzione