Coronavirus in Italia, bollettino oggi 11 dicembre: oltre 18 mila nuovi casi, 761 morti

-
11/12/2020
I dati del Ministero della Salute di oggi, 11 dicembre 2020, parlano di 18.727 nuovi casi di positività al Covid su 190.416 tamponi analizzati e 761 morti in Italia nelle ultime 24 ore. Nelle classifiche europee e mondiali il nostro Paese è tra i primi per decessi, morti per milione di abitanti e indice di letalità plausibile. 

covid

In base al bollettino del Ministero della Salute e della Protezione Civile, aggiornato all’11 dicembre, i soggetti attualmente positivi in Italia sono 690.323, con un aumento di 18.727 (+1,05%) nelle ultime 24 ore, per un totale di 1.805.873 individui contagiati dall’inizio della pandemia.

I deceduti salgono a 63.387 (+761).

I dimessi/guariti arrivano a 1.052.163 (+24.169).

Di nuovo in lieve calo i ricoveri: 31.827 (-552) quelli ordinari, 3.265 (-26) le terapie intensive.

I tamponi processati sono in tutto 23.866.590 (+190.416 nell’ultima giornata).

A livello regionale la Lombardia ha registrato 2.938 casi in più nelle ultime 24 ore, il Veneto 3.883, il Piemonte 1.553, la Puglia 1.813.

regioni 11 dicembre

Sul fronte europeo, stando alla classifica dei decessi attribuiti al Coronavirus, stilata da European Centre for Disease Prevention and Control, e riportata dall’edizione odierna del “Corriere della Sera“, il Regno Unito è primo, 63.179 vittime, seguito da Italia (62.626), Francia (57.043), Spagna (47.334), Polonia (21.630) e Germania (20.737). Ma la lettura di questi dati andrebbe completata in rapporto alla popolazione complessiva di ciascun Paese.

Per quanto riguarda la graduatoria che tiene conto del numero di morti calcolato per milione di abitanti, le cose cambiano. In testa c’è il Belgio, con 1.516 vittime. Seconda l’Italia, con 1.022. Terza la Spagna, con 1.005. Il Regno Unito presenta 919 decessi ogni milione di persone, 867 la Francia, 247 la Germania.

Se consideriamo poi l’indice mondiale di letalità plausibile stilato dall’Ispi (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) in base alla demografia, al vertice della classifica c’è il Giappone, con 12,9 decessi attesi ogni mille contagi, seconda l’Italia (11,1), terza Grecia (10,8), Portogallo e Germania con 10,5. Spagna e Francia: tutte e due le nazioni sono a 9,7.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 27 gennaio: 15.204 nuovi casi, 467 morti



disclaimer attenzione