Coronavirus in Italia, bollettino di oggi 7 febbraio: 11.641 nuovi casi e 270 morti

-
07/02/2021

I dati del Ministero della Salute aggiornati al 7 febbraio 2021 riportano 11.641 nuovi casi di Covid-19 riscontrati su 206.789 tamponi eseguiti e 270 decessi registrati in Italia nelle ultime 24 ore. Nel nostro Paese, dall’inizio della pandemia a oggi, i contagiati hanno superato quota 2,6 milioni. Oltre 91 mila le vittime.

Covid 16110868371617007840193886215107

In base al bollettino del Ministero della Salute aggiornato al 7 febbraio 2021 i soggetti attualmente positivi al Covid-19 sono 427.024, per un totale di 2.636.738 casi dall’inizio della pandemia a oggi.

Nel nostro Paese nelle ultime 24 ore si sono registrati 11.641 contagi e 270 decessi in più rispetto a ieri, 6 febbraio.

Le vittime salgono a quota 91.273.

I dimessi/guariti sono in tutto 2.118.441 (+11.380).

In calo i ricoveri ordinari, 21.373 (-145), e quelli in terapia intensiva: 2.107 (-3).

I tamponi processati sono complessivamente 34.362.726 (+206.789).

Coronavirus nel mondo: oltre 105,7 milioni di casi

Vaccino

Nel mondo sono oltre 105,7 milioni i casi di Covid-19 e oltre 2,3 milioni il numero dei morti. È il quadro che merge dai dati pubblicati dalla Johns Hopkins University.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 1 febbraio: 7.925 nuovi casi, 329 morti

Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito, con oltre 26,9 milioni di positivi (oltre 462 mila i morti). Seguono l’India (10,8 milioni di casi e circa 155 mila morti), il Brasile (9,4 milioni di casi e oltre 230 mila morti) e il Regno Unito (3,9 milioni di positivi e 112 mila morti). L’Italia è sesta.

astrazeneca vaccino

È fissata nelle prossime ore la discussione da parte dell’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), attraverso un gruppo indipendente di studio, dell’efficacia del vaccino di AstraZeneca riguardo la variante del Covid identificata in Sud Africa.

L’annuncio è stato dato dall’epidemiologa e capo dell’unità di crisi, Maria Van Kerkhove, in un’intervista alla Cbs.

Secondo quanto ha riportato la Cnn, AstraZeneca avrebbe registrato una protezione limitata contro casi moderati di contagio da variante, ma lo studio non è stato ancora reso pubblico.

Van Kerkhove ha dichiarato che diventa decisivo poter contare su più di un tipo di vaccino: “Non possiamo affidarci a uno solo”, ha sottolineato l’esperta.



disclaimer attenzione