Coronavirus in Italia, bollettino del 22 novembre: 28 mila nuovi casi, 562 morti

-
22/11/2020

In base ai dati aggiornati del Ministero della Salute, nel nostro Paese nelle ultime 24 ore si sono registrati 28.337 nuovi casi di positività al Covid, su 188.747  tamponi analizzati, e 562 decessi. 

Covid,

Il Ministero della Salute ha rilasciato i dati aggiornati a oggi, 22 novembre, sull’andamento attuale della pandemia in Italia.

Nelle ultime 24 ore, nel nostro Paese, le persone attualmente positive sono 805.947, per un totale di 1.408.868, con un aumento di 28.337 nuovi casi (+2,05%).

Sono stati analizzati 188.747 tamponi in più su un totale di 20.388.576 test dall’inizio della pandemia.

I deceduti sono 49.823, 562 nell’ultima giornata.

I dimessi/guariti sono 553.098 (+13.574).

I ricoverati salgono a 38.080 (+259) di cui 3.801 (+43) in terapia intensiva.

Nabarro (Oms): l’Europa rischia una terza ondata?

L’esperto dell’OMS si è espresso in un’intervista pubblicata oggi dalle testate di CH Media

In un’intervista rilasciata ai giornali svizzeri David Nabarro, inviato speciale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha sottolineato che, se non si doterà degli strumenti necessari in modo corretto, l’Europa rischia una terza ondata della pandemia di coronavirus a inizio 2021.

Nabarro, infatti, ritiene che i governi europei non abbiano realizzato le “infrastrutture necessarie” a combattere la pandemia “durante l’estate, dopo aver riportato sotto controllo la prima ondata”. Così facendo, se gli Stati non agiscono nell’immediato, è possibile “una terza ondata all’inizio del prossimo anno“.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 27 gennaio: 15.204 nuovi casi, 467 morti

Lodi da parte di Nabarro, invece, alla gestione del Covid-19 nei Paesi asiatici, come la Corea del Sud, che a suo giudizio assumono comportamenti corretti.

Covid,

In base a recenti dati dell’università americana Johns Hopkins, i contagi da Covid nel mondo hanno superato i 58 milioni dall’inizio della pandemia, i decessi sono stati oltre 1,37 milioni.

Il Paese più colpito in termini assoluti dal nuovo Coronavirus restano gli Stati Uniti, con più di 12 milioni di casi e quasi 256 mila morti.

Negli Usa le prime vaccinazioni contro il Covid-19 potrebbero essere effettuate già il prossimo 11 dicembre. L’azienda Moderna ha annunciato che il suo vaccino costerà ai governi da 21 a 31 euro a dose.

A livello globale, sempre per numero di contagi e di vittime, gli Stati Uniti sono seguiti da India e Brasile.



disclaimer attenzione