Coronavirus in Italia, bollettino 11 gennaio: 12.532 nuovi casi, 448 morti

-
11/01/2021

I dati del Ministero della Salute, aggiornati all’11 gennaio 2021, riportano 12.532 nuovi casi di positività al Covid-19 su 91.656 tamponi esaminati. I decessi sono 448. È il quadro relativo alle ultime 24 ore in Italia. Dall’inizio della pandemia a oggi, nel nostro Paese, i contagi hanno superato quota 2.28 mln. Più di 79 mila le vittime. 

covid nuova immagine

In base al bollettino aggiornato del Ministero della Salute i soggetti attualmente positivi sono 575.979 per un totale di 2.289.021 casi dall’inizio della pandemia a oggi.

Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati altri 12.532 contagi e 448 decessi.

Le vittime salgono a 79.203.

I dimessi/guariti sono 1.633.839 (+16.035).

Di nuovo in lieve aumento i ricoveri, quelli ordinari, 26.245 (+203), e quelli in terapia intensiva, 2.642 (+27).

I tamponi processati sono 27.983.049 (+91.656).

Trovato nuovo paziente 1 Covid in Italia: donna milanese 25 anni

vaccine-web–4-thumb-large


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino oggi 6 gennaio 2021: 20.331 nuovi casi, 548 morti

Intanto è stato trovato un nuovo paziente 1 di Covid-19 italiano. Si tratterebbe di una donna milanese di 25 anni, cui era stata fatta una biopsia della pelle per una dermatosi atipica, il 10 novembre 2019, prima quindi del bambino milanese, considerato finora il paziente 1 in Italia, in cui era stata documentata la presenza del virus con un test fatto a dicembre 2019.

La scoperta è stata pubblicata sul British Journal of dermatology dai ricercatori guidati da Raffaele Gianotti, dell’Università Statale di Milano, in collaborazione con lo Ieo e il Centro diagnostico italiano.

Ha spiegato Gianotti all’Ansa:

“Sulla base di quanto osservato in questi mesi sui malati di Covid che presentavano lesioni cutanee, mi sono chiesto se non fosse possibile trovare qualcosa di simile prima dell’inizio ufficiale della pandemia. Ed effettivamente lo abbiamo trovato negli esami istologici fatti su alcuni pazienti nell’autunno del 2019”.

Studi dei mesi scorsi avevano rilevato la presenza del Coronavirus nelle acque reflue del Nord Italia a dicembre 2019.

Una ricerca dell’Istituto nazionale dei Tumori di Milano aveva trovato gli anticorpi al virus nei pazienti di uno screening per il tumore del polmone tra settembre 2019 e marzo 2020, oltre a quella relativa al bambino milanese risultato positivo a un test fatto all’inizio di dicembre 2019.



disclaimer attenzione