Coronavirus in Italia, 25 novembre: quasi 26 mila nuovi casi, 722 morti

-
25/11/2020

I dati aggiornati al 25 novembre 2020 del Ministero della Salute parlano di 25.853 nuovi casi di positività al Covid e 722 decessi in Italia nelle ultime 24 ore. 

Covid,

In base al bollettino diffuso dal Ministero della Salute, aggiornato al 25 novembre 2020, in Italia le persone attualmente positive salgono a 791.697, con un aumento di 25.853 nuovi infetti nelle ultime 24 ore, per un totale di 1.480.874 casi dall’inizio della pandemia. I deceduti arrivano a 52.028, con altre 722 vittime per Covid nell’ultimo giorno.

I deceduti arrivano a 52.028, con altre 722 vittime per Covid nell’ultima giornata.

I dimessi/guariti sono in tutto 637.149 (+31.819).

Ancora in lieve calo i ricoverati: 38.161 (-232). In Terapia Intensiva 3.848 persone (+32).

I tamponi analizzati sono complessivamente 20.956.187, 230.007 esaminati nelle ultime 24 ore. Scende anche il rapporto positivi/test: 11,24% (ieri era del 12,31%).

La regione più colpita resta la Lombardia, con 5.173 nuovi casi.


Leggi anche: Coronavirus in Italia, bollettino del 7 novembre: quasi 40 mila nuovi casi, 425 morti

regioni 25 novembre

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha annunciato: “Io sarò in Parlamento il 2 dicembre per presentare il piano strategico dei vaccini che stiamo costruendo”, il cui “acquisto sarà centralizzato e gestito dallo Stato”.

Intanto la Commissione Europea ha approvato il sesto contratto per un vaccino anti-Covid, con l’azienda farmaceutica statunitense Moderna (dopo quelli con AstraZeneca, Sanofi-GSK, Janssen Pharmaceutica NV, BioNTech-Pfizer e CureVac).

Laboratorio,

L’accordo, annunciato dalla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, prevede l’acquisto iniziale di 80 milioni di dosi per conto di tutti gli Stati membri dell’Ue, più un’opzione per richiedere fino a ulteriori 80 milioni di dosi, da fornire una volta che il vaccino si sia dimostrato sicuro ed efficace contro Covid-19.

Sono quasi 60 milioni i casi di Covid-19 registrati nel mondo dall’inizio della pandemia. È il quadro aggiornato che emerge dai conteggi dell’università americana Johns Hopkins University.

Gli Stati Uniti sono il primo Paese per infezioni, con un totale di oltre 12 milioni e mezzo di casi, seguono l’India (più di 9 milioni e 200 mila) e il Brasile (oltre sei milioni). Quarta la Francia, primo Stato europeo, a 2 milioni e 200 mila contagi.


Potrebbe interessarti: Coronavirus in Italia, bollettino del 13 novembre: quasi 41 mila nuovi casi, 550 morti



disclaimer attenzione