Borgo di Santa Fiora: riapre il Teatro Andrea Camilleri

-
12/02/2024

Il periodo invernale a ridosso del Natale regala numerosi momenti di storia, cultura e tradizione, rinnovando gli appuntamenti delle grandi città per valorizzare il proprio patrimonio. Anche i piccoli borghi storici d’Italia si vestono a festa per darsi un ulteriore slancio e approfittare del grande flusso di turisti presenti, con numerosi eventi che accompagnano i mesi di dicembre e gennaio. Tra questi lo splendido borgo di Santa Fiora in provincia di Grosseto ha introdotto una grande novità con la riapertura del Teatro Andrea Camilleri e la “stagione della Ripartenza”.

Santa Fiora è uno splendido borgo arroccato sulle colline toscane in provincia di Grosseto, a pochissimi chilometri dal Lazio e da incredibili bellezze. Bandiera arancione del touring club italiano dal 2015, ha ospitato per numerosi anni lo scrittore Andrea Camilleri che ha scelto questa oasi di relax e pace per scrivere tanti dei suoi più famosi libri.

A lui è dedicato uno splendido gioiello nel cuore del centro storico, il Teatro Comunale Santa Fiora Andrea Camilleri, inaugurato proprio dall’autore nel 2017 ma che si è ritrovato a chiudere negli anni della pandemia. Finalmente adesso ha riaperto i battenti con la campagna abbonamenti 2023/2024, pronto ad ospitare l’iconica “stagione della ripartenza”.

Il Teatro Andrea Camilleri ha finalmente riaperto le porte al grande pubblico dopo gli anni di chiusura a causa della pandemia. Non è un caso che il cartellone 2023/2024 si chiami “La stagione della ripartenza” ed è interamente dedicato all’autore siciliano, sulla scia dei successi di Montalbano.

Curato dal direttore artistico Roberto Nicorelli, è un fil rouge tra passato e presente con grandi spettacoli dal 10 dicembre 2023 al 20 aprile 2024.

Si inizia dai testi in fiorentino antico reinterpretati, l’arte di Drusilla Foer e Concita De Gregorio, la pièce impegnata di inchiesta con il giornalista Domenico Iannacone e l’adattamento di “Le Fenicie” di Euripide. Insomma, spazio a gusti eterogenei mantenendo sempre molto alta la qualità e l’interpretazione, in una location suggestiva come quella del Teatro Comunale che affaccia su un castagneto secolare.



disclaimer attenzione