Becozym: integratore di vitamina B utile in diverse occasioni

-
30/07/2020

Becozym è un medicinale da banco appositamente pensato per integrare le vitamine del gruppo B nell’organismo. Si tratta dunque di un integratore, che può rivelarsi utile in caso di carenza di tali vitamine ma anche per il trattamento di alcuni disturbi specifici che vedremo nel dettaglio a breve. Trattandosi di un farmaco da banco, Becozym non necessita di ricetta medica e può essere acquistato sia in farmacia che online.

Come tutti gli integratori vitaminici, anche questo non deve essere assunto senza prima aver consultato il foglietto illustrativo. Ricordiamo infatti anche un eccesso di vitamine del gruppo B può risultare dannoso ed è quindi importante assumere Becozym attenendosi alla posologia indicata nel bugiardino, in modo da evitare sovraddosaggi.

Vediamo quali sono le informazioni più importanti contenute nel foglietto illustrativo di questo integratore di vitamine del gruppo B e cosa c’è da sapere prima di intraprendere un trattamento con Becozym.


Becozym: composizione e indicazioni terapeutiche

Becozym è un medicinale da banco che appartiene alla categoria degli integratori vitaminici ed è indicato per colmare le carenze di vitamine del gruppo B. Nello specifico, questo farmaco contiene i seguenti principi attivi:


Leggi anche: Benexol: un ottimo integratore di vitamine del gruppo B

  • Tiamina (vitamina B1): 15 mg in ogni compressa
  • Riboflavina (vitamina B2): 15 mg in ogni compressa
  • Piridossina cloridrato (vitamina B6): 10 mg in ogni compressa
  • Nicotinamide: 50 mg in ogni compressa
  • Cianocobalamina (vitamina B12): 10 mcg in ogni compressa
  • Biotina: 150 mcg in ogni compressa
  • Calcio pantotenato: 25 mg in ogni compressa

Bacozym è indicato per colmare le carenze di vitamine del gruppo B nei seguenti casi:

  • Maggior bisogno di vitamine B durante la gravidanza o l’allattamento;
  • Pazienti con problemi digestivi e un conseguente malassorbimento di vitamine B;
  • Pazienti con squilibri alimentari che presentano una carenza di vitamine B.

Questo integratore viene spesso prescritto anche come cura e terapia nei seguenti casi:

  • Pazienti affetti da anoressia;
  • Bambini con problemi di ritardo nella crescita;
  • Pazienti affetti da glossite e/o cheilite;
  • Pazienti affetti da disturbi dell’assorbimento a livello intestinale;
  • Pazienti che stanno seguendo una terapia antibiotica prolungata;
  • Pazienti che manifestano astenia;
  • Pazienti che stanno seguendo una terapia per il trattamento delle malattie del fegato o delle nevriti (in questi casi è utile come coadiuvante).

Controindicazioni ed avvertenze

Becozym è un integratore vitaminico e si può considerare piuttosto sicuro. Questo medicinale è controindicato solo nei pazienti che presentano ipersensibilità ossia allergia ad uno dei principi attivi o degli eccipienti contenuti nel farmaco.

Becozym inoltre non è consigliato nei bambini di età inferiore ai 12 anni.


Potrebbe interessarti: Neuraben: l’integratore di vitamine B privo di effetti collaterali

Interazione con altri medicinali

Non sono note particolari interazioni tra questo ed altri medicinali, ad eccezione della Levodopa. I pazienti che stanno assumendo farmaci per la cura del morbo di Parkinson devono prestare particolare attenzione perchè Becozym può contrastarne l’efficacia.

Posologia: modi e tempi di somministrazione

Anche se si tratta di un integratore vitaminico, Becozym deve essere assunto rispettando la posologia perchè come abbiamo accennato un eccesso di vitamina B può risultare dannoso per l’organismo. Le dosi raccomandate, così come indicate nel foglietto illustrativo, sono le seguenti:

  • Per il trattamento di carenze o la cura di disturbi specifici: 2-3 compresse al giorno
  • Come trattamento preventivo: 1 compressa al giorno

Per quanto tempo assumere Becozym

Il trattamento con Becozym può essere protratto per periodi di tempo piuttosto lunghi, ma conviene sempre fare riferimento al proprio medico per avere indicazioni precise in merito alla durata della terapia. In base alla tipologia di disturbo da trattare infatti questa potrebbe variare.

Effetti collaterali indesiderati

Questo integratore è piuttosto sicuro, ma potrebbe dare vita in alcuni casi alla comparsa di alcuni effetti collaterali indesiderati. E’ importante interrompere il trattamento e rivolgersi al medico o al Pronto Soccorso qualora dovessero comparire sintomi ascrivibili ad una reazione allergica ossia:

  • Orticaria;
  • Edema;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Eritema o eruzioni cutanee;
  • Shock anafilattico.

Altri possibili effetti indesiderati di frequenza non nota ma segnalati dai pazienti sono i seguenti:

  • Nausea e/o vomito;
  • Diarrea o costipazione;
  • Dolori addominali;
  • Mal di testa;
  • Colorazione anomala delle urine;
  • Prurito.

Becozym o Betotal? Qual è la differenza?

Alcuni pazienti chiedono se sia meglio Becozym o Betotal come integratore di vitamine del gruppo B. Possiamo dire che questi due prodotti sono per molti aspetti simili, perchè entrambi contengono vitamine del gruppo B e svolgono dunque la medesima funzione. Conviene però chiedere consiglio al medico prima di sostituire l’uno con l’altro, perchè i quantitativi e l’associazione delle varie vitamine potrebbero variare e quindi non essere completamente identici.

In linea generale entrambi questi integratori sono indicati per colmare le carenze di vitamine B nell’organismo, ma non si possono considerare assolutamente identici e quindi equivalenti. Per questo vale sempre la pena chiedere consiglio al proprio medico o al farmacista qualora si fosse indecisi su quale farmaco assumere per trattare un disturbo specifico.



disclaimer attenzione