Aprassia cause e tipologie

-
27/03/2021

L’ Aprassia è un disturbo della coordinazione dei movimenti.

aprassia.20

Cause e manifestazione dell’ aprassia

Solitamente di natura traumatica o conseguente ad una determinata patologia come un infarto di tipo trombotico, ictus, un tumore cerebrale o anche ad una dialisi protrattasi nel tempo.

Quando la lesione cerebrale interessa l’emisfero dominante, quello sinistro, il soggetto può presentare questo disturbo, cosa che invece non si verifica se la lesione interessa l’emisfero destro.

In sostanza, in disturbo neuropsicologico si manifesta con una difficoltà evidente nella coordinazione dei movimenti, in particolare degli arti superiori, ben difficilmente del tronco o degli arti inferiori.

Il soggetto si trova nella impossibilità di compiere movimenti volontari coordinati, che abbiano uno scopo o un senso ben preciso e la cosa più sconcertante è che nella maggior parte di casi non ne è consapevole.

Diagnosi dell’ aprassia

Per cui, in caso di manifesta mancanza di coordinazione, tocca ai familiari o a chi vive con il soggetto aprassico, occuparsi di accompagnarlo dal medico per ottenere una diagnosi certa, diagnosi che si basa principalmente sulla osservazione del paziente che verrà altresì sollecitato a compiere movimenti specifici con l’aiuto di oggetti di utilizzo quotidiano, come un pettine o una forchetta o, ancora, lo spazzolino da denti.

Tipologie

Si distinguono forme differenti di aprassia, in base alla gravità dei sintomi e agli arti interessati.

Aprassia ideomotoria che vede i soggetti in grado di progettare mentalmente il movimento corretto, senza poi riuscire a metterlo in pratica correttamente.

Aprassia ideatoria caratterizzata dalla incapacità di compiere i movimenti nella giusta sequenza temporale.

Aprassia costruttiva, simili alle precedenti, ma con l’aggiunta anche della incapacità di imitare movimenti compiuti da altri.

Aprassia buccofacciale, più rara, caratterizzata dalla difficoltà di coordinare i movimenti della bocca, faringe e muscoli del collo.

Aprassia del tronco, anch’essa più rara, caratterizzata dalla difficoltà di compiere movimenti anche semplici quali il sedersi e l’alzarsi da una sedia.

Infine, aprassia motoria e aprassia acrocinetica caratterizzate dalla difficoltà o incapacità di compiere gesti di senso compiuto.



disclaimer attenzione